English Italian

Ultime Novità

27/07/2011 - MIGLIORAMENTO DELL’OSSIGENAZIONE CEREBRALE DOPO OZONOTERAPIA
Esame effettuato con apparecchio NIMO per ossimetria tissutale
26/05/2011 - OSTEONECROSI DA BIFOSFONATI E OZONO TERAPIA
Efficacia dell' ozono-terapia nella cura di osteonecrosi da bifosfonati
20/05/2011 - CLORO E TUMORE ALLA VESCICA
fra le cause il cloro in piscina.
 

Informazioni

Vuoi conoscere le prossime date dei corsi teorico/pratici di ossigeno ozono terapia?
Clicca QUI


IV CONGRESSO MONDIALE
OSSIGENO OZONO TERAPIA
La sanità dell'efficacia e del risparmio
Sfida del Terzo Millennio
ROMA - 26/27/28 settembre 2013

AULA MAGNA - ERGIFE PALACE HOTEL
VIA AURELIA, 619 - ROMA

Clicca qui per scaricare il Programma

Clicca qui per scaricare il modulo di iscrizione


 
Iscriviti alla nostra newsletter e resta informato su tutte le nostre novità...
 
| | Altri

Odontoiatria


 La terapia con ossigeno-ozono in chirurgia maxillo-facciale e odontoiatria può essere eseguita con applicazione diretta del gas, con infiltrazioni dirette, con acqua ozonizzata e con olio ozonizzato. L’ossigeno ozono terapia in campo odontoiatrico è pressochè indolore, infatti solo le infiltrazioni producono un leggero bruciore, tutte le altre tipologie di somministrazione sono indolori, in igiene è possibile utilizzare acqua ozonizzata con l’ablatore per ottenere risultati molto soddisfacenti.

L’olio ozonizzato è un presidio che consente di sfruttare le proprietà terapeutiche dell’ozono applicandolo direttamente nei punti interessati. L’applicazione diretta del gas è particolarmente efficace nelle patologie delle mucose orali ed in parodontologia. Nei disturbi dell’ATM si applica per infiltrazione diretta.

L’ozono ha mostrato la sua efficacia in odontoiatria preventiva, conservativa e in endodonzia. Il trattamento con ozono riguarda anche:

  • stomatiti e candida albicans
  • terapia canalare
  • perimplantiti
  • ritardi di guarigione in chirurgia orale
  • afte
  • ascessi dentali
  • lembi rivascolarizzati
  • alveolite
  • osteomieliti
  • osteonecrosi da bifosfonati
  • disturbi dell’ATM definiti disordini cranio-mandibolari
  • mucositi da protesi ed anche per il trattamento delle afte oltre all’herpes labialis.

 
L’ozono viene inoltre utilizzato con successo nelle estrazioni dentarie, in paradontologia, in chirurgia, nelle reazioni apicali, negli innesti ossei e per l’igiene orale.